Il pane è il re della tavola e tutto il resto è solo la corte che lo circonda. Le nazioni sono la minestra, la carne, le verdure, l’insalata, ma è il pane che è il re! – Louis Bromfield

Dopo il post sulla nuova PIRAMIDE DELLA DIETA MEDITERRANEA MODERNA – che riunisce gli alimenti in otto gruppi, da quelli della base ampia della piramide (gli alimenti essenziali ai fini della sopravvivenza e di cui il corpo ha maggiore bisogno da un punto di vista quantitativo) fino al suo vertice, dove si trovano gli alimenti di cui si può fare a meno – ci ritroviamo a parlare ancora di lui, del nostro amato/odiato pane!

Quanti di voi non hanno mai pronunciato o non si son mai sentiti dire la classica frase: Vuoi dimagrire? Evita il pane!

Niente di più sbagliato…

il pane non fa ingrassare!

Se acquistiamo pane di qualità e se rispettiamo le giuste quantità, porta solo benefici al nostro organismo e mai svantaggi!

Da che mondo è mondo infatti, il pane apporta principalmente carboidrati che si trasformano in glucosio, il miglior combustibile per cervello e muscoli!

Se riduciamo il consumo del pane senza sostituirlo con altri alimenti a base di carboidrati complessi e privi di grassi (pasta, riso), o se nella dieta mancano completamente i carboidrati (pane, pasta o cereali) si avvia la gluconeogenesi ossia la produzione di glucosio – zucchero necessario alle funzioni vitali – a partire dalle proteine. 

La conseguenza di ciò è una aumentata produzione di scorie azotate e quindi una generale intossicazione.

Il pane fa ingrassare quando nella dieta si eccede con i carboidrati (di cui il pane fa parte) di oltre il 60% del fabbisogno calorico associato ad una attività aerobica non ottimale.

Inoltre, come sappiamo, esistono molteplici varietà e tipologie di pane per ogni gusto e necessità… Rispetto al pane bianco, quello integrale  – Pane di Matrice Km 0, il pane di filiera molisano – apporta una quantità di calorie e proteine simili, ma è migliore perché contiene più vitamine, minerali e fibre utili per il transito intestinale e il senso di sazietà.

Il pane è un alimento che non deve MAI mancare sulla nostra tavola!

Tutto questo, ovviamente, se consumiamo pane di qualità e non pane bianco in cassetta, come quello di note marche, che tutto è tranne che salutare!

A tal proposito, alcuni ricercatori analizzando per 5 anni ben 9267 individui in giovane età  raccogliendo informazioni sul loro consumo di pane e registrando di passo in passo le loro variazioni di peso – sono giunti ad una semplice conclusione: coloro che consumano due o più porzioni al dì di pane bianco (sei fette circa) hanno un maggior rischio di ingrassare pari al 40%.

Questo perché, il pane bianco non solo viene prodotto con farine molto raffinate, ma è privo di fibre, vitamine e germe di grano: una vera e propria “bomba di zucchero”!

Ancora, Poppit (et ali) hanno studiato – American Journal of Clinical Nutrition, Vol 75, No.1, 11-20, January 2002 – gli effetti, a lungo termine, di una dieta con un’alta percentuale di carboidrati complessi (pane, pasta, riso, etc..) e bassa percentuale di grassi.

Arrivando alla conclusione che pasta, pane e tutti gli alimenti che contengono carboidrati complessi non fanno ingrassare, ma sono per lo più i grassi contenuti nei cibi o di condimento che determinano l’incremento ponderale!

E come recita un noto detto: “Pane di bon grano, tiene il medico lontano”.

christoph-bach-hr1

Il Pane di Matrice…

un ottimo alleato per la nostra linea!

pane_cappelli_aperto1

Bibliografia:
– American Journal of Clinical Nutrition, Vol 75, No.1, 11-20, January 2002;
– panenostro.com.

Condividi

...questa pagina con i tuoi amici